Sale in Zucca Corsi cucina

Collaboratori

Foto di Stefano Faccini

Stefano Faccini
Stefano Faccini è figlio d'arte, la sua sete di conoscenza e di passione per la materia lo hanno portato in giro per il mondo da Bocuse a Girardet in cerca della vera perfezione.
Presso SaleinZucca svolge il ruolo di coordinamento docenti dell'aula e sovraintende la gestione del personale. È tecnologo e docente. 


Hanno collaborato con noi:

Foto di Gianluca Montersino

Gianluca Montersino
Luca Montersino è stato Executive Chef, direttore dal 2001 al 2004 presso l'Istituto Superiore Arti Culinarie Etoile, pasticcere, ricercatore di cucina e pasticceria salutistica, consulente di note aziende nel campo della pasticceria e food manager

Foto di Omar Casali

Omar Casali
Omar Casali è dal marzo 2013 lo chef del Maré, cesenaticense doc, capitano di una squadra giovane e ben affiatata, alla quale si affianca un servizio in sala attento. La cucina è aperta da mezzogiorno a mezzanotte con proposte per tutti i gusti. grande importanza viene data ai piatti legati al mare in cui il sapore viene sempre prima di tutto, a volte a discapito dell’armonia visiva e cromatica di un piatto.

Foto di Vincenzo Cammerucci

Vincenzo Cammerucci
Grande fuoriclasse della cucina italiana, stella Michelin al Lido Lido di Cesenatico, lo chef ha interpretato per noi nel consueto stile brillante e originale una serie di piatti con tema conduttore il sale delle Saline Camillone di Cervia.

Foto di Lucio Pompili

Lucio Pompili
Chef patron di uno dei più suggestivi ristoranti marchigiani, Lucio Pompili è il cuore e l’anima del ristorante Symposium di Cartoceto, nel verde delle colline pesaresi, da anni ai vertici dell’alta cucina regionale di ricerca.

Foto di Gregori Nalon

Gregori Nalon
Uno dei più importanti chef di cucina, conoscitori e comunicatori delle tecnologie applicate alla ristorazione, si occupa di ricerca e sviluppo di nuove tecnologie, sperimentazione, consulenze di cucina per la formazione del personale .Collabora con aziende leader nel settore come consulente, promotore e divulgatore con show parlando di cucina a 360.

Foto di Roberto Carcangiu

Roberto Carcangiu
Fino all’età di 35 anni, Roberto Carcangiu è stato uno degli Chef Internazionali più acclamati, una serie di circostanze lo hanno poi portato ad una rapida evoluzione nella figura di R&D Cooking Director. Lui stesso definisce “La Cucina del Buon Senso” con questi principi: ”qualità accessibile a tutti i target, prodotti con il corretto equilibrio nutrizionale e un rapporto qualità prezzo alla portata di tutti”, ovvero evitare gli sforzi inutili alla riuscita di un buon prodotto.

Foto di Marco Cavallucci

Marco Cavallucci
Stella Michelin al Ristorante "La Frasca" di Milano Marittima. Nel 1982 Gianfranco Bolognesi gli affida la responsabilità della cucina dalla quale nascono piatti straordinari. Marco è l'antitesi dello chef protagonista che spesso opera al di fuori della propria cucina. Sempre presente, umile e modesto come pochi. "Sono un cuoco che cerca il nuovo nel passato, che punta a "fare cucina" meno concettuale e più artigianale".

Foto di Davide Malizia

Davide Malizia
Davide Malizia è considerato un punto di riferimento mondiale della pasticceria e dello zucchero artistico.
Nel 2008 vince il Campionato Mondiale di Stoccarda, con sei medaglie d’oro e il titolo assoluto per la categoria artistica ed è l'unica medaglia d'Oro per la Nazione Italia per la Categoria Artistica di pasticceria. Le sue tre regole fondamentali che sono state di ispirazione del suo percorso culturale e professionale sono: umiltà, passione e professionalità.

Foto di Stefano Laghi

Stefano Laghi

Per Stefano Laghi la pasticceria è un patchwork ordinato di tecniche e bilanciatura. Di produzione razionale e inventiva.
È uno di quei rari casi in cui il grande talento creativo procede di pari passo con una sana concretezza da imprenditore che lo porta a valutare ogni progetto, ad impegnarsi a fondo in ogni cosa, ad essere affidabile sempre e comunque.
 

Foto di Alberto Faccani

Alberto Faccani
Alberto Faccani a 5 anni aveva già deciso che da grande sarebbe diventato cuoco. La sue è una cucina di prodotto, di tecnica e di ricerca, fondata sulla qualità e valorizzazione delle materie prime del territorio, sulla conoscenza di nuovi sapori e consistenze. I suoi piatti nascono da un sapiente assemblaggio di pochi ingredienti, talvolta declinati con estro, talvolta affiancati in maniera più tradizionale e misurata. Le creazioni di Alberto colpiscono per bellezza e impeccabile precisione, per la freschezza intellettuale, per gli attenti abbinamenti dei colori e dei sapori.

Foto di Sergio Ferrarini

Sergio Ferrarini
La carriera culinaria di Sergio Ferrarini è cominciata sui libri della scuola alberghiera ed una gavetta in alberghi e ristoranti. Ha lavorato sodo, in ristoranti con la erre maiuscola, sempre con impegno e dedizione, con quella passione che può nascere solo dal fuoco sacro del fornello. Si è tenuto sempre aggiornato, al passo coi tempi e con i cambiamenti che il concetto di cucina ha fatto negli anni, con piena conoscenza delle materie prime, senza mai dimenticare l'attenzione e la cura verso i propri collaboratori.